informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare matematica all’università? 7 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come studiare matematica all’università? 7 consigli da seguire Studiare a Bolzano

Studiare matematica all’università non è come studiare la stessa materia al liceo.

Qualcuno è perfettamente consapevole di tale realtà dei fatti, ma qualcun altro pensa che una buona valutazione ricevuta alle superiori sia automaticamente una garanzia di successo per un percorso di laurea ad indirizzo scientifico-matematico.

In molti casi la propensione dimostrata al liceo è già un buon punto di partenza, ma non sempre è sufficiente.

L’università richiede un impegno diverso rispetto al liceo; cambiano i ritmi di studio, cambia il livello di approfondimento delle materie e cambia anche la valutazione didattica, che diventa evidentemente più esigente.

Cosa significa tutto ciò, in altre parole?

Che devi rimboccarti le maniche e acquisire la consapevolezza che i tempi del liceo sono finiti e con essi anche il criterio di approssimazione sul quale si basava talvolta l’apprendimento.

È tempo di fare sul serio, soprattutto se hai scelto un indirizzo scientifico nel quale la matematica la fa da padrone.

Metodo di studio per la matematica

Ogni materia ha peculiarità proprie, a seconda delle quali può risultare efficace un metodo di studio piuttosto che un altro.
C’è da dire anche che ogni studente è una persona con delle proprie caratteristiche e propensioni per cui non esiste una metodologia universalmente valida per tutti.

Per tale motivo in questo post ci limiteremo a forniti qualche dritta per affrontare la materia con il giusto approccio e per rendere efficace e profittevole il tuo apprendimento.

Nei 7 punti che seguono abbiamo sintetizzato quelli che, a nostro avviso, sono i principali aspetti a cui prestare attenzione.
Alcuni suggerimenti sono di carattere generale, nel senso che possono essere applicati allo studio di qualunque materia, mentre altri sono specifici per lo studio della matematica.

1 – Costanza e regolarità nello studio, fin dal primo giorno

Partiamo da un presupposto indispensabile per rendere un metodo di studio efficace, a qualunque disciplina esso faccia riferimento: acquisire e mantenere un ritmo costante.

Come in tutte le cose è fondamentale partire con il piede giusto, impegnandosi a comprendere bene le lezioni di volta in volta.

Procrastinare lo studio e la comprensione di alcuni argomenti significa accumulare lavoro, che andrà comunque affrontato in vista dell’esame.
Rimanere indietro comporta un impegno notevole successivamente, che talvolta diventa vero e proprio affanno, per rimettersi in carreggiata ed allinearsi all’avanzamento del programma.

Studiare poco per volta agevola la comprensione e l’assimilazione degli argomenti; studiare centinaia di pagine tutte insieme provoca confusione e genera approssimazione.

Trattandosi di una materia le cui conoscenze tornano di frequente nello studio di altre materie, le eventuali lacune accumulate nel tempo comportano una serie di difficoltà anche nella preparazione di altri esami.

2 – Capire la matematica

L’errore più grande che spesso commettono gli studenti quando si approcciano allo studio della matematica all’università è quello di memorizzare formule e teoremi.

Ciò non significa che non bisogna memorizzarli ma che bisogna innanzitutto comprenderli.

È fondamentale entrare nel dettaglio per capire i motivi per i quali una formula è composta da quei precisi passaggi e non da altri.
Dalla comprensione approfondita scaturisce una maggiore facilità nello svolgere esercizi e risolvere problemi.

Sia chiaro però, non sempre è sufficiente stare attenti durante la lezione per assimilare bene un concetto matematico; nella maggior parte dei casi è necessario riprenderlo più e più volte, sia a livello teorico che pratico, per padroneggiarlo ed essere in grado di applicarlo.

Il consiglio in tal senso è dedicarsi subito all’approfondimento, così da recuperare più facilmente e velocemente i punti chiave forniti nel corso della lezione

metodo di studio matematica

3 – Utilizza la memoria visiva

Sulla scia del punto precedente è d’obbligo un approfondimento.

Abbiamo sottolineato l’importanza di comprendere i passaggi delle formule, ma abbiamo anche specificato che il punto di partenza sulla quale sviluppare la comprensione è la memorizzazione.

C’è poco da fare, una formula deve essere anche memorizzata e, purtroppo o per fortuna, la matematica si basa sulle formule.
Ecco perché tra i suggerimenti abbiamo inserito anche un piccolo trucchetto per agevolare l’attività mnestica.

Avrai sentito parlare delle potenzialità della memoria visiva e della capacità umana di ricordare più facilmente qualcosa che stimola l’attenzione della vista.

È proprio su questo aspetto che si basa la tecnica che stiamo per rivelarti.

Prova a scrivere le formule su un foglio bianco, utilizzando possibilmente delle penne colorate e un carattere piuttosto grande, affiancandole alle figure di riferimento laddove possibile.

4 – L’importanza degli appunti

Che tu abbia scelto un corso in economia o un percorso ad indirizzo ingegneristico non importa: prendere appunti è un passaggio fondamentale per preparare al meglio gli esami.

Sai già che in generale quando segui una lezione è buona norma appuntare i passaggi chiave e i concetti più importanti da sviluppare e approfondire in un secondo momento.

In matematica il discorso non cambia, anzi forse diventa ancora più rilevante che in altre materie.

Il suggerimento nel caso specifico è di non limitarsi ad appuntare soltanto formule e teoremi, ma sintetizzare su carta anche le informazioni di tipo testuale utilizzate durante la spiegazione.

La strategia agevola la fase di studio e comprensione dell’argomento.

Se poi hai scelto uno dei corsi di laurea online Unicusano allora hai la possibilità di ascoltare e riascoltare la lezione in streaming, tutte le volte che vuoi; puoi appuntare con tutta calma i passaggi più importanti senza il rischio di perdere concetti fondamentali.

5 – Studio ordinato

Studiare matematica all’università è piuttosto impegnativo; c’è chi sostiene che gli esami siano tra i più difficili da superare.

Con ciò non intendiamo demoralizzarti ma semplicemente farti capire l’importanza di un metodo di studio efficace e ben strutturato.

L’organizzazione è uno dei presupposti fondamentali per preparare gli esami nei tempi e nei modi giusti.
Ecco perché ti consigliamo di predisporre, per ogni prova, una tabella di marcia, che scandisca i ritmi dello studio e ti permetta di arrivare alla fatidica data con una preparazione completa.
Rientra nell’ambito dell’organizzazione anche un buon livello di ordine pratico; appunti, sintesi, schemi e regole devono essere sistemati in maniera logica e cronologica, così da agevolarne il recupero e il ripasso successivo.

6 – Esercitazioni … e ancora esercitazioni

La matematica più che studiata deve essere assimilata!

L’affermazione ribadisce il concetto che abbiamo più volte ripreso nel corso dell’articolo, ovvero che la materia, per essere applicata praticamente nei vari campi ingegneristici ed economici, deve essere compresa.

L’allenamento in tal senso assume un ruolo fondamentale; ecco perché bisogna esercitarsi tanto, continuamente.

Le esercitazioni permettono da un lato di verificare ciò che abbiamo appreso, o non appreso, e dall’altro di consolidare gli argomenti studiati.

Si parte dall’analisi degli esempi riportati durante le lezioni e da quelli che accompagnano la teoria sui libri di testo, per arrivare agli esercizi di verifica da svolgere autonomamente.

7 – Fare domande

Troppo spesso gli studenti si trattengono dal porre domande al docente per il timore di fare brutta figura o peggio ancora per la convinzione che qualunque quesito possa apparire stupido agli occhi degli altri studenti o dello stesso professore.

Non esiste errore più grande; forse l’unica, vera cosa stupida che tu possa fare.

I dubbi sono umani per cui non esitare a chiedere chiarimenti, spiegazioni o approfondimenti.

Ora che sai come studiare matematica all’università non ti resta che iniziare subito a preparare i prossimi esami mettendo in pratica i nostri suggerimenti.

A noi non resta che farti un grande ‘in bocca al lupo’.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali