informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film vecchi da vedere: ecco i più belli ispirati all’inverno

Commenti disabilitati su Film vecchi da vedere: ecco i più belli ispirati all’inverno Studiare a Bolzano

Quando le temperature si abbassano, le giornate si ingrigiscono e il buio incalza sui lunghi pomeriggi invernali non c’è niente di meglio che trascorrere il tempo libero sul divano, tra una cioccolata calda, un plaid e una lista di film vecchi da vedere, da soli o in compagnia.

Le pellicole legate alla stagione fredda vantano ambientazioni mozzafiato, nell’ambito delle quali la neve, il gelo, la furia catastrofica dell’inverno e la lotta dell’uomo contro le avverse condizioni metereologiche esercitano un potere ammaliante sullo spettatore.

Film belli da vedere

Il catalogo cinematografico relativo ai film ispirati all’inverno è incredibilmente ampio, motivo per il quale l’Università Telematica Niccolò Cusano di Bolzano ha deciso di realizzare una selezione di pellicole che meritano di essere annoverate tra le migliori.

Scopriamola insieme!

La vita è meravigliosa

Anno di produzione: 1946
Regia di Frank Capra
Con: Gloria Grahame, Thomas Mitchell, Lionel Barrymore, James Stewart, Henry Travers

Apriamo il nostro post sui film belli da vedere con un grande classico americano, La vita è meravigliosa, capolavoro del regista Frank Capra.

Si tratta di una commedia fantasy che racconta la vicende di George Bailey, un ragazzo che in seguito alla morte del padre si ritrova a dover rinunciare ai propri sogni per mandare avanti la ditta di costruzioni di famiglia.

La gestione dell’attività prosegue con successo grazie alle capacità di George impegnato quotidianamente a fronteggiare l’ostilità di chi prova a ostacolarlo con ogni mezzo.

Alla vigilia di Natale un evento accidentale espone l’impresa al pericolo di fallimento; disperato di fronte all’impossibilità di risolvere la problematica il protagonista decide di farla finita salvo poi cambiare idea nel momento il cui il suo Angelo custode decide di fargli visita e di mostrargli come sarebbe stata la vita dei suoi cari se lui non fosse mai nato.

Shining

Anno di produzione: 1980
Regia di Stanley Kubrick
Con: Jack Nicholson, Shelley Duvall, Danny Lloyd, Scatman Crothers, Barry Nelson, Philip Stone

Tra i film vecchi da vedere è d’obbligo citare Shining, capolavoro horror firmato da Stanley Kubrick.

Ispirata all’omonimo romanzo di Stephen King la pellicola è un susseguirsi di scene inquietanti alle quali si aggiunge la magistrale e a dir poco perfetta perfomance dell’attore principale, Jack Nicholson.

Il protagonista del film è Jack Torrence, uno scrittore in crisi che per ritrovare l’ispirazione accetta il ruolo di guardiano invernale presso l’Overlook Hotel, situato nel bel mezzo delle Montagne Rocciose.

Trasferitosi con la moglie e il figlioletto nella lussuosa struttura, solitaria e a tratti misteriosa, Jack inizia ad avvertire strane presenze e sinistri eventi all’interno dell’albergo.

Con il passare dei giorni lo squilibrio mentale si impossessa del protagonista fino a condurlo in una condizione di assurda pazzia.

La cosa

Anno di produzione: 1982
Regia di John Carpenter
Con: Kurt Russell, Wilford Brimley, T.K. Carter, David Clennon, Keith David, Richard Dysart

Remake di un film del 1951, La cosa è una pellicola che inserisce nel genere fantascientifico elementi tipici del thriller.

La trama racconta le vicende di un gruppo di scienziati americani operativi presso una base di ricerca in Antartide.

La quotidianità del  team viene sconvolta da un particolare episodio: un elicottero appartenente alla vicina stazione norvegese impegnato nell’inseguimento di un husky con l’intento di ucciderlo.

Nel corso di una sparatoria pilota e copilota vengono uccisi; il cane viene portato nella base statunitense, ma quello che apparentemente era la vittima di un gesto assurdo si trasforma in una creatura mostruosa proveniente dallo spazio.

Effetti speciali spettacolari e un’ambientazione di grande suggestione gli elementi per i quali ogni scena del film si carica di suspense.

Il senso di Smilla per la neve

Anno di produzione: 1997
Regia di Bille August
Con: Julia Ormond, Vanessa Redgrave, Gabriel Byrne, Richard Harris, Ona Fletcher

Tratto dall’omonimo romanzo best-seller di Peter Hoeg, ‘Il senso di Smilla per la neve’ è un film coinvolgente e carico di tensione.

Sulla falsariga del thriller la pellicola racconta la storia di Smilla Jasperson, un’esquimese che dalla Groenlandia si trasferisce in Danimarca, a Copenaghen.

La sua vita da glaciologa viene sconvolta da un caso sospetto: sul tetto della casa nella quale vive viene ritrovato il corpo di un bambino esquimese.
Si tratta di Isaiah, suo vicino di casa.

La polizia archivia il caso come tragico incidente, ma per Smilla non si tratta di una semplice fatalità.

Da un sospetto, scaturito dall’analisi delle orme lasciate sulla neve, la giovane donna inizia ad indagare autonomamente, concentrando le proprie indagini sulla madre del piccolo, una vedova alcolizzata che nasconde più di qualche segreto.

L’indagine mette in luce qualcosa di ben più intricato di un comune omicidio; dietro quello che sembra a tutti gli effetti essere un delitto si nascondono intrighi di potere e misteriose ricerche scientifiche.

30 giorni di buio

Anno di produzione: 2007
Regia di David Slade
Con: Josh Hartnett, Melissa George, Danny Huston, Ben Foster, Mark Boone Junior

Tra i film belli da vedere che vantano ambientazioni glaciali è d’obbligo inserire ’30 giorni di buio’, tratto dall’omonimo fumetto horror.

La storia si sviluppa nel punto più a Nord della terra e più precisamente a Barrow, in Alaska.

In un’insolita commistione tra il fumetto e i video clip si sviluppa una trama avvincente e carica di tensione, caratterizzata dal forte contrasto cromatico esistente tra il bianco della neve e il rosso del sangue.

Durante i 30 giorni in cui la cittadina viene lasciata al buio, a causa della notte polare, i vampiri ne approfittano per attaccare gli abitanti.
La popolazione si ritrova costretta ad affrontare un’estenuante lotta per la sopravvivenza tra le lande ghiacciate.

lista film

L’alba del giorno dopo

Anno di produzione: 2004
Regia di Roland Emmerich
Con: Dennis Quaid, Jake Gyllenhaal, Emmy Rossum, Dash Mihok, Jay O. Sanders, Sela Ward

Il genere drammatico-catastrofico ha sempre un grande fascino; ecco perchè nella lista dei film ispirati all’inverno abbiamo scelto di inserire ‘L’alba del giorno dopo’, di Roland Emmerich.

La spettacolarità degli effetti speciali fa da sfondo a una trama che affronta tematiche profonde, di natura politica, sociale e ambientalista.

Il plot del film si sviluppa a partire dalle ricerche condotte dal professor Hall sul surriscaldamento del globo e dalle previsioni di un probabile e catastrofico sconvolgimento climatico.

Un pezzo di ghiaccio dalle spropositate dimensioni che si stacca dalla calotta artica è il fenomeno che da il via a una serie di eventi meteorologici disastrosi ed inspiegabili nell’emisfero Nord del Pianeta: uragani, tornadi, grandinate e nevicate devastanti.

Corvo rosso non avrai il mio scalpo

Anno di produzione: 1972
Regia di Sydney Pollack
Con: Robert Redford, Will Geer, Stefan Gierasch, Delle Bolton, Josh Albee, Joaquin Martinez

Concludiamo la nostra lista di film ambientati d’inverno con ‘Corvo rosso non avrai il mio scalpo’, un titolo che vede protagonista un affascinante e giovane Robert Redford.

La pellicola unisce magistralmente gli elementi tipici del genere western ad un’evidente impostazione documentarista.

La trama si sviluppa intorno alla figura di un soldato americano, Jeremiah Johnson, che dopo la guerra del Messico decide di trasferirsi sulle montagne dello Utah per vivere in isolamento.

Durante la sua vita da eremita, fatta essenzialmente di caccia e pesca, il protagonista si confronta con personaggi strani e particolari.
Tra un incontro e l’altro Jeremiah conosce una donna e se ne innamora.

Durante una spedizione di soccorso a un gruppo di soldati il cacciatore viola il sacro cimitero degli indiani Corvi, l’episodio dal quale scaturisce la tremenda vendetta della tribù: l’omicidio della moglie.

Sullo sfondo di una natura aspra, caratterizzata da panorami innevati a dir poco mozzafiato, il protagonista libera il suo dolore per la perdita della donna amata attraverso una guerra personale contro gli indiani, diventando così una figura leggendaria.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali