informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Qual è la differenza tra superiori e università? Ecco come cambierà il tuo modo di studiare

Commenti disabilitati su Qual è la differenza tra superiori e università? Ecco come cambierà il tuo modo di studiare Studiare a Bolzano

Una volta conseguito il diploma, molti studenti scelgono di proseguire negli studi. Se sei fra quelli, devi sapere che il tuo modo di studiare cambierà dopo il liceo. Questa mini guida dell’Università telematica Niccolò Cusano ti aiuterà a comprendere la differenza tra superiori e Università.

Parliamo, a conti fatti, di due realtà completamente differenti. Per questo, per approcciare alla realtà universitaria è necessario modificare il proprio metodo di studio.

Il passaggio dalle superiori all’Università il più delle volte è traumatico. Lo studente si ritrova proiettato in una realtà nuova, assai distante dalla precedente per diversi aspetti.

In questa mini guida Unicusano capirai come adattarti al meglio e in fretta a questa nuova realtà, scoprendo gli elementi che differenziano liceo e Università.

Differenza tra superiori e università

Se stai decidendo cosa fare dopo il liceo, e l’Università rientra tra le tue opzioni, allora farai bene a leggere le prossime righe.

La differenza tra superiori e università non è riconducibile ad un unico aspetto, ma coinvolge struttura organizzativa, complessità di argomenti trattati e metodo di studio.

Grado di preparazione

La prima sostanziale differenza tra superiori e Università sta nel grado di preparazione degli studenti. Fino al liceo, gli studenti ricevono una formazione panoramica e trasversale, che mira a fornire una preparazione culturale a 360 gradi.

L’Università, invece, offre una preparazione specialistica. La didattica è maggiormente articolata, settoriale, seppure caratterizzata da un’impronta interdisciplinare.

Il motivo è strettamente legato alla funzione della preparazione universitaria: ha l’obiettivo di formare figure professionali in specifici settori lavorativi. Gioco forza deve essere più complessa e focalizzata su specifiche materie.

Lezioni

Università e liceo presentano forme di esposizione della didattica differenti, più che altro per quel che riguarda la fruizione delle lezioni.

La scuola secondaria si attiene ad un programma annuale deciso dal Ministero dell’Istruzione che viene erogato nell’arco di una settimana, secondo una ripartizione oraria tra le materie che viene scelta dagli Istituti.

Gli studenti delle superiori sono tenuti a frequentare le lezioni in maniera costante. Ciò si spiega anche col fatto che la maggior parte degli studenti delle superiori è minorenne, quindi la loro assenza va giustificata dai genitori.

All’Università, invece, l’impostazione della didattica è più flessibile. Esiste un programma definito dall’Ordinamento didattico, ma questo prevede il raggiungimento di un tot di crediti in diverse aree disciplinari.

Lo studente, in autonomia, può personalizzare il percorso di studi, scegliendo inoltre di frequentare alcuni corsi e altri no, oppure di non frequentare alcuna lezione, sostenendo gli esami come non frequentante.

Interrogazioni vs Esami

Non è solamente la complessità degli argomenti trattati a differenziare l’esperienza universitaria da quella scolastica delle superiori.

Cambiano, ad esempio, anche terminologia e metodologia degli step di verifica della didattica. Addio a “compiti in classe”, “verifiche”, “interrogazioni”; spazio agli “esami”.

Sì, perché gli esami (o le prove intermedie) sono l’unico metro di valutazione dell’università. Gli esami, che possono essere scritti oppure orali, normalmente avvengono in tre cicli annui.

Si parla, infatti, di sessione invernale, estiva o post-estiva, con le prime due programmate al termine di un calendario di lezioni semestrali.

Gli esami, a differenza delle prove di verifica del liceo, solitamente vertono su argomenti più ampi, trattati in modo esaustivo in libri di testo spesso voluminosi.

Autonomia di studio

Un altro grande metro di distinzione tra liceo e università è l’autonomia di studio. È vero, anche al liceo ti sarà capitato di stare ore sui libri da solo prima di un compito in classe o di un’interrogazione.

Però c’è una bella differenza: alle superiori sei parte di una classe abbastanza ristretta e gli insegnanti hanno modo di seguirti passo passo nello studio, verificando la preparazione in diversi step.

All’Università le cose non stanno così. Il più delle volte le classi raggruppano centinaia di studenti, seguire tutte le lezioni è complicato e il rapporto quotidiano con i professori scompare.

In pratica, sei completamente autonomo nelle scelte. Puoi decidere quale esame sostenere per primo, se frequentare o meno e come approcciare ad una sessione di esami.

Ciò richiede un elevato grado di responsabilizzazione e senso del dovere, oltre ad una volontà ferrea. Scomparse le guide e i punti fermi del liceo, sei solo nel percorso universitario, al netto di tutor e ricevimenti dei professori.

Tempo libero

Il volume di studio all’Università è sicuramente maggiore rispetto a quello de liceo. Un esame spesso richiede più libri di testo per la preparazione, il che equivale a molte ore di studio.

Il fatto, poi, che la sessione d’esame è fissata a mesi di distanza dall’inizio delle lezioni, potrebbe portarti a credere di avere a disposizione molto tempo, e quindi a procrastinare gli impegni.

Il risultato? Ti ritroverai a preparare alla disperata più esami in poco tempo. Per questo è preferibile che tu scelga fin da subito un metodo di studio performante.

Dovrai farlo soprattutto perché ti ritroverai catapultato in una realtà nuova e più impegnativa rispetto alle superiori, in cui la preparazione procede per verifiche continue, di modo che, se si sbaglia, in poco tempo si ha la possibilità di rifarsi.

All’Università non è così e, necessariamente, anche il tempo libero diminuisce. Dovrai farci l’abitudine e organizzare al meglio lo studio.

Ora che questa mini guida è giunta al termine, se sei interessato ad intraprendere un percorso universitario a Bolzano, contatta attraverso il form l’Università telematica Niccolò Cusano di Bolzano per richiedere info.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali