informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa sono i DCA: definizione e caratteristiche

Commenti disabilitati su Cosa sono i DCA: definizione e caratteristiche Studiare a Bolzano

Se stai pensando ad un lavoro che sia utile a livello sociale e se sei orientato verso il sostegno a tutti coloro che soffrono disturbi del comportamento, in questa guida l’Università Telematica Niccolò Cusano di Bolzano ti illustrerà cosa sono i dca.

Inoltre riceverai tutte le indicazioni utili per diventare uno Psicologo del Comportamento Alimentare e scoprirai tutte le opportunità di questo contesto lavorativo.


Prima di intraprendere un percorso di studi che ti porti a diventare un esperto del comportamento alimentare, ti occorre sapere esattamente cosa sono i dca, tenendo presente che si tratta di un ambito molto delicato.

DCA: cosa sono

Infatti, i dca sono i disturbi del comportamento alimentare e riguardano il rapporto dell’individuo con il cibo, la percezione che questi ha del proprio corpo e le ripercussioni di tali disturbi nella sfera affettiva e sociale.

I dca, quindi, sono vere e proprie patologie, caratterizzate da un’alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva ossessione per la magrezza e per le forme del proprio corpo.

Tali disturbi sono diagnosticati, molto spesso, già durante l’infanzia e l’adolescenza e per lo più nel genere femminile. Per questo è fondamentale curarli in modo efficace e il prima possibile.

Di frequente, chi soffre di disturbi del comportamento alimentare ha un rapporto distorto con il cibo e associa ad esso un valore affettivo.

Nel cibo vengono riversate tutte le proprie insicurezze (bassa autostima, delusione sentimentale, trauma familiare) e l’individuo che soffre di dca non si rende quasi mai conto di avere un problema perché ha un’alterata percezione della propria forma fisica.

Forme di DCA

I principali Disturbi del Comportamento Alimentare sono l’Anoressia Nervosa, che si manifesta attraverso il digiuno o la diminuzione di assunzione di cibo e la Bulimia Nervosa, ovvero quando viene ingerita una grande quantità di cibo in un breve lasso di tempo senza controllo.

Anoressia nervosa

Il termine anoressia indica l’assenza o marcata riduzione dell’appetito. L’aggettivo “nervosa” identifica invece la natura funzionale, non organica dell’anoressia, per distinguerla dalle forme di inappetenza o di rifiuto del cibo prodotte da malattie del corpo.

Anzi, le persone affette da anoressia nervosa non lamentano quasi mai una perdita di appetito. Lo stimolo della fame è presente e aumenta con la riduzione dell’apporto calorico e con il conseguente dimagramento.

Il controllo dello stimolo della fame diventa, paradossalmente, fonte di soddisfazione per il soggetto (che esercita un controllo ossessivo sul proprio peso corporeo) e intensifica il disturbo.

Bulimia nervosa

Dopo l’anoressia nervosa, l’altra forma più conosciuta di disturbo del comportamento alimentare è la bulimia nervosa. Rispetto all’anoressia che è caratterizzata da un peso al di sotto della norma, nella bulimia nervosa possiamo trovare pazienti in sottopeso, normopeso o anche in sovrappeso.

Altri comportamenti tipici di chi soffre di dca sono:

  • vomito auto-indotto;
  • assunzione impropria di farmaci lassativi o diuretici che aiutano ad espletare le funzioni fisiologiche;
  • attività fisica molto intensa atta alla perdita di peso.

I dca sono comportamenti ripetuti nel tempo e creano una vera e propria dipendenza. Perciò l’individuo che ne soffre fatica a liberarsi di tali disturbi.

Spesso chi soffre di dca tende a isolarsi e si sente sempre più estraneo nelle relazioni, con gravi conseguenze per la propria sfera affettiva e sociale.

Per questo, per affrontare i disturbi alimentari, è fondamentale innanzitutto acquisire consapevolezza del problema e parlarne con qualcuno di fiducia.

Psicologia del comportamento alimentare

disturbi del comportamento alimentare

Di solito, i dca sono associati, per definizione, ad altre patologie come:

  • depressione;
  • ansia;
  • abuso di sostanze stupefacenti;
  • disturbi di personalità;
  • comportamenti auto-lesionistici;
  • tentativi di suicidio

Questi disturbi, dunque, non solo colpiscono il fisico con delle conseguenze talvolta anche molto gravi, ma anche la psiche. Per tale motivo sono oggetto di studi di un particolare ambito della psicologia noto come Psicologia del comportamento alimentare.

Perciò, se sei interessato ad una professione che abbia risvolti rilevanti nel sociale, quella della Psicologia del comportamento alimentare è la specializzazione che fa per te.

DCA: Università e Master

Per intraprendere una carriera professionale nel campo della Psicologia che si occupa dei disturbi comportamentali legati all’alimentazione, il percorso da scegliere è quello universitario, nelle aree di Medicina o Psicologia.

Dopo aver conseguito una laurea in Medicina oppure una laurea magistrale in Psicologia, l’iter formativo è completato da un master di specializzazione.

L’Università degli Studi Niccolò Cusano di Bolzano offre, a tal proposito, un Master di II livello in Psicologia del comportamento alimentare che ha come principale obiettivo quello di formare operatori esperti in Psicologia del comportamento alimentare.

Il master forma professionisti qualificati in possesso delle competenze necessarie per acquisire informazioni utili all’analisi del comportamento alimentare.

In particolare, il profilo professionale che ne scaturisce sarà in grado di:

  • Fornire informazioni utili riguardanti il comportamento alimentare;
  • Identificare e diffondere i maggiori quadri clinici e le possibili cure;
  • Analizzare tutti i processi che influenzano le scelte alimentari;
  • Studiare le dinamiche dell’alimentazione nei giovani, in una prospettiva di analisi educativa;
  • Modificare gli atteggiamenti negativi con cui i soggetti si relazionano al cibo;
  • Apprendere strategie di sostegno e di risoluzione delle problematiche alimentari con particolare attenzione alla relazione cibo-emozioni;
  • Favorire il processo di consapevolezza di sé come strumento utile sia per gli operatori specialistici che per le persone che soffrono di dca.

L’offerta Unicusano

L’offerta formativa del Master di II livello in Psicologia del comportamento alimentare, rivolto unicamente ai laureati magistrali in Psicologia e in Medicina, consiste in:

  • L’esperienza del nutrizionista al servizio dello psicologo: le diete tra miti, scienza e pazienti
  • Il Disturbo del Comportamento Alimentare in infanzia e in adolescenza e trattamento
  • Valutazione e trattamento dell’anoressia e bulimia nervosa
  • Nuove forme di DCA
  • Il trattamento psicofarmacologico nei DCA
  • Le dinamiche familiari associate al DCA
  • Intervento psicologico in chirurgia bariatrica
  • Psicologia del gusto e delle preferenze alimentari
  • La sessualità nei disturbi alimentari
  • I feeding disorders
  • Il ruolo dei social e dei mass media nella costruzione dell’immagine sociale
  • Mindfulness e disturbi alimentari

Sbocchi professionali

Tra gli sbocchi professionali dello Psicologo del comportamento alimentare si possono individuare:

  • Associazioni che supportano i pazienti nel corso delle diete, educandoli e aiutandoli a gestire i risvolti emozionali legati ai dca, per modificare il proprio stile di vita;
  • Professionista in Prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare;
  • Consulenze di tipo “psicologico-relazionale” ai pazienti che presentano patologie legate ai dca e alle loro famiglie;
  • Professionista nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare;
  • Consulenze di tipo “psicologico-relazionale” ai pazienti che presentano patologie legate ai dca ed alle loro famiglie;
  • Professionista specializzato nel sostegno psicologico per pazienti affetti da patologie croniche

In conclusione, come già anticipato all’inizio di questa guida, prima di specializzarsi in Psicologia del comportamento alimentare, è importante essere molto motivati e, soprattutto, essere in grado di sviluppare una grande empatia con i soggetti con cui si viene a contatto, considerando la delicatezza dei temi con cui ci si deve confrontare costantemente.

Dopo aver letto questa guida, puoi contattare l’Università telematica Niccolò Cusano di Bolzano attraverso l’apposito form per richiedere informazioni sul Master in Psicologia del comportamento alimentare.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali