informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come gestire la giornata di studio? Guida alla pianificazione

Commenti disabilitati su Come gestire la giornata di studio? Guida alla pianificazione Studiare a Bolzano

I ritmi incessanti a cui siamo sottoposti a causa dei numerosi impegni quotidiani determinano l’esigenza di ottimizzare al meglio i tempi; ecco perché è importante sapere come gestire la giornata per evitare stress e situazioni di emergenza.

Di qualsiasi ambito si tratti, 24 ore sembrano essere diventate davvero poche per poter far fronte alle incombenze giornaliere.
In realtà, sappiamo bene che le ore presenti in una giornata sono sempre le stesse, anche se in alcuni momenti sembrano scorrere più velocemente o addirittura ridursi.
Si tratta chiaramente di un’illusione, dettata dalla costante sensazione di avere troppe cose da fare e poco tempo a disposizione.
La realtà dei fatti è che non siamo in grado di gestire il tempo in maniera efficace; siamo abili procrastinatori e poco abili nell’ottimizzare tempi e risorse.

Tra le categorie che incontrano maggiore difficoltà ad organizzare la giornata in maniera produttiva rientra quella degli studenti universitari, costantemente alle prese con la gestione delle tempistiche legate agli esami.
La condizione frequente, soprattutto tra le matricole ancora inesperte e poco abituate ai ritmi dell’università, è quella di ritrovarsi a pochi giorni dalla data della prova con un enorme quantità di argomenti da studiare.
Le conseguenze di una simile situazione comportano ripercussioni negative sul proprio stato di salute, fisico e mentale, e chiaramente sull’esito della prova stessa.

Come organizzarsi la giornata di studio

Partendo dal presupposto che per essere produttivo lo studio deve essere organizzato, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Bolzano ti spiegherà in questo post come gestire la giornata in maniera tale da ottimizzare tempi e risorse.

Pianificare le attività

Tutti sappiamo, fin dai tempi del liceo, che per ottenere buoni risultati nello studio bisogna impostare l’apprendimento su una metodologia efficace, personalizzata sulla base delle proprie esigenze e attitudini.

Una buona organizzazione parte da una buona pianificazione.

Lo strumento imprescindibile affinché una giornata di studio risulti produttiva è il planning, ovvero una sorta di agenda che detti i ritmi.

In altre parole bisogna pianificare nel dettaglio la quantità e la tipologia di argomenti da assimilare, giorno per giorno, ora per ora.
L’ideale sarebbe stabilire il numero di pagine, o comunque i capitoli, da assimilare quotidianamente al fine di arrivare al giorno dell’esame con un buon livello di preparazione.

A seconda delle preferenze, per realizzare il planning è possibile utilizzare un supporto cartaceo oppure una delle tante risorse digitali attualmente disponibili sia per pc che per dispositivi mobile; tra queste ultime suggeriamo Google Calendar, le cui funzionalità risultano particolarmente utili alle esigenze degli studenti universtari.

gestire il tempo

Gestire il tempo

Se alla base di uno studio produttivo si pone una buona organizzazione, il presupposto per una buona organizzazione è un’efficace gestione del tempo.

Il primo step, in tal senso, è stabilire le ora da dedicare quotidianamente allo studio; successivamente si passa ad identificare le cosiddette priorità.
Nel caso dello studio l’operazione consiste nell’individuare le attività da affrontare all’inizio della sessione di apprendimento e quelle che invece possono essere lasciate come ultime.

Si tratta di uno stratagemma che consente di dedicare maggiori energie, e quindi attenzioni e concentrazione, agli argomenti oggettivamente o soggettivamente più ostici e complessi.
Ad esempio, la mattina, dopo aver riposato tutta la notte ed aver quindi ricaricato le energie, il cervello è più predisposto ad assimilare/elaborare concetti ed informazioni; al contrario, garantirà performace meno eccellenti la sera.

Non si tratta chiaramente di una regola universale, in quanto situazioni, ritmi, propensioni e abitudini personali possono totalmente stravolgere quanto appena affermato; qualcuno potrebbe addirittura risultare più produttivo la notte.

Nel corso dei secoli sono state scoperte e testate numerose metodologie che consentono di gestire e ottimizzare i tempi, seguendo semplicemente alcune regole.

Matrice di Eisenhower

Una delle metodologie più efficaci per gestire il tempo in maniera produttiva è la matrice di Eisenhower.
Può essere utilizzata quotidianamente sia per lo studio, soprattutto universitario, che in ambito lavorativo e familiare/personale.

Si tratta di un principio che ruota intorno alla frase pronunciata negli anni ‘50 dal generale e presidente statunitense Dwight Eisenhower:

“Ciò che è importante raramente è urgente e ciò che è urgente raramente è importante”

Il modello di ottimizzazione del tempo, conosciuto anche come ‘matrice di Covey’, è stato approfondito successivamente da Stephen Covey nel libro ‘The 7 habits of higly effective people’.

Il concetto sul quale è impostato il funzionamento è estremamente semplice: classificare le attività giornaliere in base all’urgenza.
Bisogna quindi ordinare le priorità, separando ciò che è urgente da ciò che non lo è.

La metodologia è schematizzata e sintetizzata in quattro quadranti:

  • Q1 = urgente e importante
  • Q2 = non urgente e importante
  • Q3 = urgente e non importante
  • Q4 = non urgente e non importante

Il primo quadrante è legato al concetto di ‘crisi’; in esso sono racchiuse le attività non delegabili che devono essere svolte al più presto al fine di evitare una situazione di vera e propria emergenza.

Il secondo quadrante è legato al concetto di ‘qualità’ e racchiude tutte le attività che risultano essere importanti ma svolgibili nel medio lungo termine, per cui non legate ad un’urgenza.

Il terzo quadrante è associato all’inganno in quanto include tutte quelle azioni urgenti per cui ingannevolmente importanti.

Il quarto quadrante, detto dello ‘spreco’, include azioni e attività superflue che non sono né urgenti né tanto meno importanti, ma che rappresentano delle ottime scuse per procrastinare ciò che invece è davvero urgente e importante.

A questo punto è d’obbligo fare una precisazione in merito ai termini che regolano le due metodologie: ‘importante’ e ‘urgente’.
Mentre l’importanza è soggettiva, dipendente da valori, principi e obiettivi personali, l’urgenza è oggettiva, legata esclusivamente alla variante temporale.

Il segreto per rendere produttiva la metodologia ed ottimizzare i tempi è concentrarsi sul quadrante numero 2, la cui gestione quotidiana consente di evitare che le azioni di Q1 e Q3 diventino urgenti e che si spostino nel Q2 (quadrante delle urgenze).

In sintesi, la pianificazione del tempo attraverso la matrice delle priorità di Eisenhower consente di aumentare e migliorare la produttività e nel contempo permette di ridurre notevolmente lo stress.

Eliminare le distrazioni

Per rendere produttiva e funzionale una metodologia di studio o una qualsisi tecnica di gestione del tempo bisogna rispettarne le peculiari regole.

Esiste tuttavia un requisito indispensabile e imprescindibile, che si pone alla base di qualsiasi tipologia di metodo o strategia di apprendimento: l’assenza di elementi di distrazione.

Nell’era di internet e dei social il nemico numero uno è rappresentato dallo smartphone, che con le sue notifiche e le sue numerose funzionalità esercita un potere ipnotico e causa dipendenza.
In altre parole distrae, induce alla procrastinazione e produce effetti negativi sulla qualità dello studio.

Bisogna quindi evitare di posizionarlo sulla scrivania; l’ideale, per evitare di cadere in tentazione, sarebbe silenziarlo e lasciarlo addirittura in un’altra stanza.

Riposarsi e concedersi pause frequenti

Nell’ambito di una giornata di studio, comuque la si voglia organizzare, non può assolutamente mancare il riposo.
La quantità e la qualità del sonno devono essere tali da consentire al cervello di ricricare le energie prima di una nuova sessione di apprendimento.

Il consiglio, in tal senso, è di non esagerare e di evitare nei limiti del possibile le famose maratone interminabili di studio.

Nell’ambito di un programma giornaliero bisogna prevedere pause frequenti, un numero di ore di sonno adeguato alle personali esigenze e qualche momento di svago da dedicare a sé stessi.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali