informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare giornalista pubblicista: info e requisiti

Commenti disabilitati su Come diventare giornalista pubblicista: info e requisiti Studiare a Bolzano

Ti affascina il mondo del giornalismo ma non sai come diventare giornalista pubblicista a Bolzano?

Tranquillo, siamo qui per aiutarti a realizzare la tua ambizione professionale, fornendoti le info e le dritte necessarie per intraprendere una carriera di successo.

Oggi più che mai il lavoro di giornalista richiede una specializzazione adeguata, in grado di allinearsi alle evoluzioni intervenute nel settore.

Cosa intendiamo con questa affermazione? Te lo spieghiamo subito con una breve premessa che ti basterà per comprendere quanto sia importante acquisire competenze aggiornate.

Il giornalismo, ma in realtà tutto il settore dell’informazione, ha subito un cambiamento radicale; con la rivoluzione digitale, i nuovi media e l’esplosione dei social network, diventati parte integrante della  quotidianità di ognuno di noi, il modo di fare informazione si è evoluta e ha dovuto necessariamente adeguarsi alle nuove tendenze e abitudini degli utenti/lettori.

E’ facile quindi evincere il ruolo che assume la formazione nella costruzione di una carriera di successo.
Per diventare giornalista non basta soltanto saper scrivere bene; bisogna acquisire determinati requisiti ed espletare un iter burocratico ben definito.

In Italia la professione è regolamentata dalla legge n. 69 del 1963, con la quale è nato anche l’Ordine dei Giornalisti.
Chiunque voglia quindi esercitare l’attività giornalistica deve necessariamente iscriversi all’albo, che prevede due sezioni:

  • elenco dei giornalisti professionisti
  • elenco dei giornalisti pubblicisti

Esiste poi un terzo elenco al quale si iscrive chi fa il praticantato in giornalismo.

Differenze tra giornalista pubblicista e giornalista professionista

Prima di scoprire quali sono i requisiti e l’iter burocratico-formativo per diventare un giornalista pubblicista bisogna che tu abbia ben chiare le differenze che esistono tra un pubblicista e un professionista.

In sintesi potremmo dire che:

  • il giornalista pubblicista è colui che svolge attività giornalistica retribuita, in maniera occasionale e non esclusiva, occupandosi nel contempo anche di altre attività;
  • il giornalista professionista è invece colui che esercita l’attività in maniera esclusiva e continuativa.

Per diventare professionista l’iter prevede 18 mesi di praticantato in una redazione, esercitando la professione sotto la guida di altri professionisti.
Successivamente bisogna superare l’esame di idoneità professionale.

Per quanto riguarda invece la procedura e i requisiti per diventare giornalista pubblicista essi possono variare di regione in regione; per conoscerli nel dettaglio è consigliabile consultare la regolamentazione della Regione di residenza, nel caso del nostro post l’Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige.

I requisiti del Giornalista Pubblicista

In linea generale è necessario innanzitutto ottenere il tesserino di pubblicista sul quale è indicato il numero di matricola identificativa che consente l’iscrizione all’albo.

Per il rilascio del tesserino bisogna dimostrare di aver svolto attività giornalistica retribuita, per almeno due anni, presso una o anche più testate.
Non importa che la testata sia cartacea, online o radiotelevisiva; è sufficiente che sia ufficialmente registrata presso il Tribunale e che abbia un direttore iscritto all’albo, colui il quale certifichi l’effettiva attività svolta dall’aspirante giornalista pubblicista.

Per la validità della richiesta di iscrizione è necessario che il richiedente risulti in possesso dei requisiti di legge che sono nel dettaglio: cittadinanza italiana, assenza di precedenti penali, versamento della tassa di concessione governativa.

Lo step successivo è identificabile nella presentazione dei documenti che attestano la regolare retribuzione per gli articoli redatti nei due anni di attività.
Nella stessa documentazione rientrano anche le copie degli articoli pubblicati su testate quali periodici e giornali; per gli articoli non firmati occorre aggiungere un’ulteriore attestazione dei direttore, che confermi l’effettiva redazione da parte dell’aspirante pubblicista.
La stessa attestazione è da presentare anche in caso di servizi giornalistici alla radio o in televisione, per i quali non è possibile allegare periodici e giornali.

Ogni Regione stabilisce autonomamente il numero minimo di articoli e la retribuzione lorda minima per l’iscrizione all’Ordine.

Ultimo requisito per l’iscrizione, la frequentazione di un corso di formazione, riconosciuto, per aspiranti pubblicisti.

Da Pubblicista a Professionista

Per chi è iscritto all’Albo come Giornalista Pubblicista ma desidera diventare un Giornalista Professionista è previsto per il passaggio un iter ben preciso.

Innanzitutto bisogna aver svolto attività giornalistica, per almeno tre anni, presso una o più testate qualificate allo svolgimento della pratica giornalistica, con rapporti di collaborazione coordinata e continuata.

Il requisito è imprescindibile per poter effettuare la richiesta di iscrizione al Registro dei Praticanti, presso il Consiglio Regionale della regione in cui risiede il richiedente.

E’ inoltre necessario attestare, prima dell’esame di idoneità professionale, la frequentazione dei seminari organizzati dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti o eventuali altri corsi organizzati dai vari Consigli Regionali.

Per tutti gli iscritti al Registro dei Praticanti è inoltre obbligatoria l’iscrizione all’Istituto di Previdenza.

Corsi di specializzazione e formazione per giornalisti

Dopo averti illustrato la procedura per richiedere l’iscrizione all’albo dei giornalisti, nella sezione pubblicisti, è tempo di fornirti qualche strumento pratico per specializzarti e per diventare un professionista qualificato nel settore dell’informazione.

master in giornalismo

Master in Professione Reporter

Il primo corso che intendiamo consigliarti è il Master in ‘Professione Reporter‘. Dal taccuino alla videointervista. Il new journalism al tempo di Facebook, Twitter e il mondo social’.

Si tratta di un corso post-laurea di I livello, afferente alla facoltà di Scienze della Formazione e Scienze Politiche, attivato ed erogato dall’Università Telematica Niccolò Cusano in collaborazione con l’Agenzia di Stampa Quotidiana ‘DIRE’.

Dal titolo si evince già la qualità e il grado di approfondimento del percorso di studio, ma per rendere meglio l’idea ti spiegheremo brevemente gli obiettivi del master in oggetto.

La struttura didattica e gli argomenti inseriti nel programma mirano a fornire al corsista un quadro completo sul mondo del giornalismo e dell’informazione, focalizzandosi in maniera particolare sulle evoluzioni e sulla trasformazione della professione nel corso del tempo.

Tra le tematiche oggetto di approfondimento le regole principali dell’attività, l’organizzazione all’interno delle redazioni, le modalità con le quali si recuperano le informazioni, la scrittura della notizia, l’importanza di foto e video e il supporto dei social network.

Il master in Professione Reporter ha un costo annuo di 1.900,00 euro, da corrispondere in due rate di pari importo.

Master in Giornalismo 3.0

Un altro percorso particolarmente indicato la carriera di giornalista, sia per i neo-laureati sia per i professionisti che hanno l’esigenza di allineare la professionalità ai recenti mutamenti nell’ambito dell’informazione, è il master in ‘Giornalismo 3.0’ attivato dall’Unicusano.

Si tratta di un corso post-laurea di I livello, afferente alla facoltà di Scienze della Formazione e Scienze Politiche, che mira a fornire ai corsisti un know how attuale e aggiornato.

In particolare il piano didattico mira a fornire ai corsisti le competenze necessarie per selezionare le notizie con buone potenzialità di interesse e traffico e per scriverle e pubblicarle nel modo corretto.
Rientrano tra gli approfondimenti del piano di studio il potere dei social network per quanto riguarda la diffusione della notizia e le relative strategie per operare in tal senso con efficacia.

Il master in giornalismo 3.0 ha un costo annuo di 1.200,00 euro, da corrispondere in due rate di pari importo.

Come da consuetudine consolidata è prevista un’agevolazione per i laureati Unicusano e per chi in generale ha conseguito una laurea da meno di 24 mesi.
Per tali categorie è prevista una quota d’iscrizione ridotta pari a 900.00 euro, da corrispondere in due rate da 450.00 euro ciascuna.

Ora che sai come diventare giornalista pubblicista non ti resta che rimboccarti le maniche e iniziare a costruire le basi del tuo successo.

Per qualsiasi dubbio in merito alla professione o per ulteriori dettagli sui master puoi contattarci attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali