informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare broker assicurativi: ecco l’iter da seguire

Commenti disabilitati su Come diventare broker assicurativi: ecco l’iter da seguire Studiare a Bolzano

Hai deciso di entrare nel mondo delle assicurazioni e ti stai domandando come diventare broker assicurativi?
Vuoi conoscere l’iter formativo per ottenere l’abilitazione a svolgere l’attività di brokeraggio?

Le risposte a queste e ad altre domande in merito al settore assicurativo le trovi nel corso di questa pagina per cui non devi fare altro che continuare a leggere.

L’Università Telematica Niccolò Cusano di Bolzano ha realizzato, per i propri studenti e per tutti coloro che ambiscono a diventare broker, una guida pratica alla professione nella quale sono sintetizzati i principali passaggi per diventare professionisti.

Partiamo da una conoscenza più approfondita del profilo in oggetto.

Broker assicurativo: chi è e cosa fa

Il broker assicurativo, o insurance broker, è un profilo che si occupa di espletare tutte le attività preparatorie relative alla conclusione di un contratto di assicurazione. È identificato come un intermediario finanziario in quanto acquista e vende beni e servizi per conto di terzi.

Il profilo si occupa prevalentemente di studiare il mercato e di analizzare i prodotti assicurativi in esso presenti. L’attività di indagine è finalizzata ad individuare le soluzioni più idonee a soddisfare le richieste e le esigenze della clientela.
In estrema sintesi possiamo dire che il broker: analizza le necessità del cliente, studia il mercato, individua le compagnie assicurative più valide, definisce e gestisce i contratti, fornisce assistenza in merito alla liquidazione dei danni.

Si tratta quindi di una figura indipendente, totalmente svincolata dalle parti contraenti, che agisce su incarico del cliente; opera con più imprese di assicurazione occupandosi, nei casi in cui il mandato lo preveda, anche della gestione dei contratti conclusi.

Iter burocratico per operare come broker

La professione di insurance broker può essere esercitata attraverso due modalità: autonomamente o come lavoro dipendente.

Nel primo caso è previsto un iter da espletare mentre nel secondo si lavora alle dipendenze di un’azienda di brokeraggio per cui non sono previsti particolari adempimenti.

Entriamo nel dettaglio dell’argomento e cerchiamo di capire qual è il processo burocratico da seguire per lavorare in forma autonoma.

I requisiti previsti dall’art. 110 del D.Lgs 209 del 2005 e dal Regolamento ISVAP n. 5 del 2006 sono: l’apertura della partita IVA e l’iscrizione al RUI.

Procediamo per gradi.

Iscrizione al RUI

Dopo aver aperto la partita IVA il primo passo da compiere è l’iscrizione al Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi tenuto dall’Istituto sulla Vigilanza delle Assicurazioni IVASS (ex ISVAP).

Il RUI, la cui finalità è tutelare il cliente finale, è composto da cinque sezioni ognuna delle quali identificate da una lettera:

  • a‘ –  Agenti assicurativi: agiscono in nome e per conto di un’impresa di assicurazione alla quale sono legati da un rapporto di collaborazione
  • b‘ – Broker assicurativi
  • c‘ – Collocatori diretti: propongono occasionalmente polizze particolari (es. polizze vita, polizze patrimonio) su mandato diretto della compagnia
  • d‘ – Società: banche, poste o istituti finanziari
  • e‘ – Sub-agenti: vendono polizze per un agente o un broker

La sezione alla quale deve iscriversi un broker assicurativo per operare come tale è la ‘b’.

L’iscrizione può essere effettuata sia da persone fisiche che da persone giuridiche, purché abbiano residenza e sede legale in Italia, o in un altro Stato membro.

Esame di Stato

Per l’iscrizione alle prime due sezioni è previsto il superamento di un esame di idoneità, il cui bando viene pubblicato sul sito dell’IVASS.

Per essere ammessi alla prova bisogna inviare una domanda in via telematica, attraverso l’applicazione informatica resa fruibile subito dopo la pubblicazione del bando.
Per quanto riguarda i requisiti di ammissione all’esame è richiesto il possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di scuola secondaria superiore.

La prova consiste in un test a risposta multipla focalizzato su argomenti che spaziano dalla regolamentazione dell’IVASS alla parte tecnica e fiscale delle polizze, dalla disciplina delle Imprese Assicurative alla disciplina dell’intermediazione.

La preparazione può avvenire autonomamente o attraverso uno dei numerosi corsi disponibili sul mercato formativo.

Altri adempimenti

Per operare come broker bisogna stipulare una polizza assicurativa della responsabilità civile professionale, così come stabilito dall’articolo 11 del Regolamento IVASS 40 del 2018.
La stipula è finalizzata a coprire eventuali danni provocati da errori professionali e negligenze, propri o dei dipendenti/collaboratori.
L’assenza di tale polizza comporta l’Iscrizione al RUI come intermediario temporaneamente inoperativo.

Tra gli obblighi del broker figura anche l’adesione ad un Fondo di Garanzia istituito presso la CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) la cui finalità è il risarcimento degli eventuali danni arrecati agli assicurati e alle imprese di assicurazione non coperti da polizze e/o non risarciti dal broker.

Il mancato versamento del contributo determina la cancellazione dal RUI.

lavorare nelle assicurazioni

Come lavorare nelle assicurazioni

Al di là dell’iter burocratico appena descritto, per diventare broker bisogna possedere alcune doti personali quali ad esempio la capacità di rapportarsi con gli altri, doti organizzative e spirito di iniziativa.

Per quanto riguarda i requisiti previsti dal Codice delle assicurazioni, il professionista deve operare sulla base dei seguenti presupposti:

  • Non deve aver subito condanne penali né procedure concorsuali.
  • Non deve avere vincoli con le compagnie assicurative.
  • Deve garantire un adeguato livello di professionalità attraverso la frequentazione, con cadenza annuale, dei corsi di aggiornamento.

Dal punto di vista tecnico il broker deve possedere una conoscenza approfondita dei prodotti assicurativi, delle dinamiche dei rischi e in generale del mercato in cui opera.

Partiamo dal presupposto che per esercitare la professione non è richiesta la laurea.
Considerando l’appetibilità del settore, la competitività del mercato e la domanda sempre più esigente, un corso di laurea triennale in Economia Aziendale e management o un Corso di laurea in Giurisprudenza possono fare la differenza.

Nel primo caso è previsto l’approfondimento delle competenze nelle aree economiche, aziendali, giuridiche e quantitative.

Per quanto riguarda invece il percorso giuridico, la struttura didattica si focalizza su elementi di cultura giuridica di base, sia nazionale che europea.

Un ulteriore passaggio, per allineare la formazione allo specifico settore, consiste nella frequentazione di un corso post-laurea, focalizzato sulla materia assicurativa.

Tra le varie proposte presenti sul mercato segnaliamo il Master in Diritto delle Assicurazioni attivato dall’Università Telematica Niccolò Cusano.

Si tratta nello specifico di un corso post-laurea di II livello, che mira a formare professionisti specializzati nel settore della responsabilità civile e delle assicurazioni.
Allo stesso modo il master rappresenta lo strumento giusto per aggiornare il know how di chi già opera nel settore in merito alla recente normativa.

Tra gli argomenti affrontati dal master: il codice delle assicurazioni, l’ISVAP, il decreto Bersani, il contratto, RC auto, i fondi pensione, la responsabilità dei pubblici dipendenti e la nuova girisprudenza normativa.

Sia il master che i corsi di laurea Unicusano prevedono la modalità formativa e-learning ovvero la metodologia che offre agli studenti la possibilità di studiare online.

La formazione a distanza attivata dalla Niccolò Cusano permette ai corsisti di impostare l’apprendimento secondo le personali esigenze, grazie alla possibilità di accedere al materiale didattico comodamente dal proprio pc.

Grazie ad una piattaforma telematica, pratica e intuitiva, ognuno ha possibilità di accedere alle videolezioni in streaming in qualsiasi momento della giornata, senza vincoli di orario o di visualizzazione.

Ora che sai come diventare broker assicurativi non devi fare altro che iniziare a studiare per superare l’esame e accedere al RUI.

Per ulteriori info e dettagli sui percorsi di studio contatta il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali